Centro Culturale Universitario Napipine

Posted by Mariolina Lambo

1. Progetto Biblioteca
Siamo al 5° anno di attività della Biblioteca (2009-2013). Ricordiamo che questa ha circa 4000 libri ed è a servizio degli studenti del vicino Liceo e dell’Università Pedagogica (Statale) e di altre Università della Città. Il 2013 è stato un anno più positivo in relazione al 2012 sia per un numero maggiore di utenti sia per il servizio prestato dai collaboratori e dalla persona di nostra fiducia che aveva il compito della supervisione. Anche Helena e Martina hanno collaborato nel limite del possibile.
É continuata la collaborazione di un gruppo di studenti che ha offerto un tempo di mezza giornata la settimana per un servizio di vigilanza. Sono 12 studenti universitari che si sono alternati in questo servizio di puro volontariato. C’è stato un ricambio di vari collaboratori; gli studenti che hanno concluso il loro Corso Universitario di quattro anni, nei primi mesi del 2013 hanno avuto un posto di lavoro oppure sono ritornati ai loro luoghi di origine. Prima di lasciarci ci hanno aiutate a trovare delle sostituzioni e così si è potuto fare un passaggio positivo con altri nuovi collaboratori. Molti di loro ci hanno accompagnate fin dall’apertura della biblioteca nel 2009.
Con i collaboratori volontari (molti nuovi) si sono fatti alcuni incontri di verifica durante l'anno ed un incontro finale con relativo pranzo per tutti. Queste riunioni si sono rivelate molto utili per creare un clima di corresponsabilità e di impegno più attento agli utenti, e si è rivelato anche uno spazio di dialogo con suggerimenti molto validi per una migliore impostazione del servizio per l’anno successivo. Nell’ultimo incontro (novembre 2013) abbiamo sentito quanto questa esperienza sia positiva e lasci un segno nelle persone che insieme a noi portano avanti questo servizio. Questo cammino assieme ai collaboratori aiuta tutti a sentirsi partecipi del bene comune ed a crescere nel servizio agli altri.
Quest’anno abbiamo rinnovato anche la possibilità di consulta sia con un programma di computer più aggiornato che con liste stampate su carta per favorire meglio la ricerca dei libri richiesti dagli studenti e, come tutti gli anni facciamo coincidere l’inizio del servizio della Biblioteca con l’apertura dell’anno accademico della vicina Università Pedagogica. Abbiamo continuato a svolgere il servizio dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 11,30 e dalle 14 alle 17. Il servizio si svolge da marzo a novembre. (In Mozambico le vacanze delle scuole coincidono con il tempo più caldo che va da novembre a febbraio). Nel 2014 questo servizio continuerà ad essere seguito da Helena e Anna Maria.
Siamo fiduciose che possiate continuare a sostenerci con la vostra generosità sapendo che investire nel campo educativo è un valore molto importante.

2. Progetto Fondo Scuola
L'impegno per l'aiuto allo studio è continuato anche nel 2013 con circa 25 studenti che abbiamo accompagnato in modo parziale per iscrizioni, tasse universitarie, materiale scolastico per tutto l'anno nelle seguenti scuole: elementari e medie (4); medie superiori (14); Università (4); corsi professionali (2); aiuto una tantum (2). L'aiuto per gli “una tantum” è stato prevalentemente per sostenere in parte le tasse universitarie, le spese di materiale scolastico e sanitarie.
È da evidenziare che sono state privilegiate le donne, soprattutto per le medie superiori e l’Università.
Siamo contente perché gli studenti delle elementari e medie, e delle medie superiori sono stati tutti promossi e c’è stato un buon impegno. Anche le persone che hanno frequentato l’Università hanno avuto buoni risultati. Uno studente, Fausto, ha completato il suo corso di Agraria e Ana Rita, ha completato il corso di insegnante elementare. Nel 2014 entrambi potranno iniziare la prima esperienza di lavoro e questo è molto bello.
Stiamo prevedendo per il 2014, diciannove studenti del liceo, due delle scuole elementari e tre dell'Università. Per alcuni sarà un aiuto parziale e per altri un accompagnamento più completo. La promozione umana delle giovani e dei giovani ci sta a cuore perché riteniamo sia un aiuto importante perché possano trovare una soluzione dignitosa per il loro futuro ed il futuro delle loro famiglie. È questo aiuto che crea speranza, solidarietà e condivisione.
Contiamo molto sulla vostra collaborazione per poter continuare a rendere effettivo il diritto allo studio per alcune categorie di persone con insufficienti possibilità economiche soprattutto donne.