COLLABORAZIONE e PARTECIPAZIONE

Posted by Martina Cecini e Mariolina Lambo


Raccontare del Centro Universitario Culturale di Napipine vuol dire anche vederlo come un piccolo laboratorio di relazioni, di approfondimenti e di crescita nel campo della conoscenza.
Quest’anno l’organizzazione é migliorata con l’aggiunta di nuove persone che sono a disposizione, vigilano sugli utenti perché libri e computers restino intatti a servizio degli studenti.

Il Centro è aperto dalle 8 alle 12 e dalle 14 alle 17 dal lunedí al venerdí. Rafael, Cocoreia, Isaac, Amisse sono alcuni studenti che fin dal 2009 stanno vigilando volontariamente sul buon andamento della biblioteca. Ad essi si sono aggiunti: Nelio, Milda, Silton, Gabriel, Cesar e Orlando. Questi ultimi sono stati invitati dai primi e tutti danno la loro collaborazione o al mattino o al pomeriggio a turno. Sono prevalentemente studenti e volontari allo stesso tempo. Cocoreia proviene da un’altra esperienza di collaborazione in una biblioteca ed é soprattutto lui che controlla i computers perché siano liberi da virus. Ogni settimana facciamo l’aggiornamento.
Normalmente il servizio dei collaboratori é quello di registrare, di consegnare i libri e di riporli per gli studenti che li richiedono per la lettura. Un altro servizio é quello di analizzare le usb, utilizzate per i lavori richiesti dall’Università, con l’antivirus per garantire un buon funzionamento dei computer.
I nostri utenti provengono prevalentemente dalla vicina Università Pedagogica e frequentano corsi di francese, inglese, chimica, filosofia, portoghese, amministrazione e gestione, storia, geografia, matematica, biologia, etc. Oltre a questi studenti volontari c’é anche Dalaina, una ragazza che vive con noi, che é preposta all’accoglienza e fa da tramite con noi per qualunque esigenza. Vigila anche lei sul buon andamento del Centro.
Quest’anno abbiamo anche voluto invitare, in occasione della festa dei professori, che in Mozambico si celebra il 12 ottobre, alcuni insegnanti e docenti, per far conoscere questo nostro servizio. Alcuni di loro insegnano alla vicina Università Pedagogica e possono indirizzare gli alunni a studiare sugli appositi testi di cui la biblioteca del centro è fornita. In particolare si é voluto fare una festa, nella nostra parrocchia di S. Pedro di Napipine, per insegnanti che frequentano la nostra comunitá cristiana. Gabriela, una nostra missionaria, sta seguendo questo gruppo e abbiamo pensato a questa iniziativa per conclude un ciclo di incontri mensili programmati per questo gruppo.
Gli utenti della biblioteca sono circa 200, collaborano con la cifra simbolica di € 1 all’anno per tutti i servizi di cui usufruiscono: dalla consulta di testi scientifici all’uso dei computer. Il servizio é svolto da marzo a novembre e segue i ritmi di apertura e chiusura delle Universitá.
Ci sono alcuni servizi tecnici che vengono svolti da persone competenti come il tecnico dei computers. Sono molti i problemi che incontriamo: l’energia elettrica arriva con oscillazioni molto grandi, di conseguenza abbiamo dovuto dotare i computer di stabilizzatori di corrente per salvaguardarli nel caso di caduta di corrente o di interruzzione. Occorre una continua attenzione e manutenzione per mantenere funzionali tutti i computers, alcuni dei quali ci sono stati regalati, sono un po’ datati e a volte danno seri problemi.
Un altro servizio tecnico é quello di registrare i nuovi libri nell’apposito programma. Per svolgere questo servizio, però, è necessaria una persona competente e fidata, che viene saltuariamente. Fin dall’inizio abbiamo anche messo a disposizione la lista stampata dei libri esistenti in biblioteca, ma ora con l’arrivo e l’inserimento di altri 3000 libri sarà necessario sostituire lo stampato: quello antico é ormai superusato e sgualcito.

Storie di vita
Desideriamo far conoscere meglio alcune persone che frequentano la biblioteca.
Gabriel proviene dalla zona centro del Mozambico, ha 20 anni e frequenta il secondo anno di chimica. Il papà é morto nell’agosto scorso, era un militare. Lui é il maggiore di 6 figli. Grazie allo zio (fratello del padre) riesce a continuare gli studi. Sin dal 2009 é stato utente della biblioteca e quest’anno, invitato da Isaac a dare una mano, collabora un pomeriggio la settimana, il giovedì, come volontario.
Nelio ha 22 anni, é al secondo anno del Corso di Geografia. Nel 2009 ha iniziato a frequentare la biblioteca come utente, da quest’anno, invece, si è reso disponibile per darci una mano tutti i lunedì pomeriggio. Il papá é insegnante nelle scuole elementari. Gli piace scrivere poesie e si interessa di letteratura.
Milda é una giovane di 20 anni, vive vicino a noi e nel 2009 ci ha chiesto un aiuto per frequentare l’Università Pedagogica, corso di chimica. La sosteniamo attraverso il progetto Fondo Scuola con alcuni interventi mirati. Dal 2010 collabora nella biblioteca il martedì pomeriggio.
Cocoreia, Cesar, Isaac, e Rafael frequentano il corso di francese e collaborano sin dalla sua apertura nella sorveglianza e organizzazione del Centro culturale. Sono stati loro che hanno coinvolto altri volontari e ci hanno permesso così di coprire tutta la settimana con turni di servizio di mezza giornata.

Altre iniziative
Anche il sabato e alcune volte la domenica, abbiamo gruppi di studio che fanno riferimento ad alcune giovani, che vivono con noi, e ad Helena, missionaria mozambicana del nostro gruppo di Nampula, che vengono per studiare insieme nella biblioteca e cosí gli ambienti sono a disposizione anche di queste persone.
Il terzo sabato di ogni mese si riunisce il gruppo degli amici della Compagnia Missionaria per l’approfondimento di temi formativi, di spiritualità e discussione sulla situazione socio-politica della realtá in cui viviamo. È un gruppo di circa 25 persone.
Il racconto potrebbe continuare ma possiamo lasciare un po’ di curiositá anche per la prossima volta.
Un grazie di cuore a tutti coloro che ci sostengono: quest’anno abbiamo avuto anche la riparazione del tetto e tante piccole e grandi riparazioni perché il materiale non sempre é di buona qualitá ed allora bisogna intervenire continuamente ed avere una costante manutenzione della struttura. Con il vostro contributo all’Associazione Guardare Lontano riusciamo a mantenere la struttura efficiente ed dare un servizio di qualità. Continuate a sostenerci e a vivere con noi questo servizio di crescita delle persone e dei giovani del Mozambico.